aprile 2008


Gli alemanni conquistano Roma


La vita, me lo ha insegnato presto la vita stessa, è per la maggior parte farsi domande sbagliate. Peggo ancora: non farsene alcuna.
Ad esempio, vi siete mai chiesti cosa stesse DAVVERO urlando Borghezio nell’illustrazione sopra esposta?
Aspetto il vostro parere. La mia opinione è che stesse criticando la pubblicità della coop che va ora in tv (certo, non era ancora uscita, ma lui lo sapeva già, si può dare di più).

Vivere bene e vivere felici sono due cose diverse. E la seconda, senza qualche magia, non mi capiterà di certo.
[W. A. Mozart]

Batterista cerca gruppo affermato per distruggere camere d’albergo, violentare fan di ambosessi, tentare il suicidio all’apice della carriera, farsi la ragazza del chitarrista e la madre del cantante. E-mail: spaccotutto@libero.it Giangigi

Divinità mandata in pensione da religioni monoteiste cerca poveri deficienti da spaventare a morte e interi popoli da sterminare, possibilmente tramite carestie, terremoti, alluvioni e catastrofi assortite. Ogni mille morti uno tsunami in regalo. Astenersi folletti, minotauri, Udc, rivenditori autorizzati e agenti immobiliari. Per info, squartate un agnello e chiedete al cielo.

Minoranza etnica del Bangladesh cerca altra minoranza pref. religiosa per occupare stato-nazione sotto egida USA, Israele o Vaticano (anche ONU se non c’è altro). Disponibilità ad annessione futura da parte di altri stati se richiesto dal mercato o da questioni geo-politiche (dittature di stati confinanti, costruzione bomba atomica, connessione wireless o catene di McDonald’s). Astenersi ebrei sefarditi, baschi, boy band e fans di Enrico Ghezzi. Per info, visitate il nostro myspace.

Affittasi a studenti fordisti ampio appartamento 4 doppie+stiva, tutti i comforts (nani da giardino, spade laser, posto auto, moto e fenicotteri). No ragazze vergini, sì al gay pride. Tel. ore algoritmi, chiedere di Gianpippa.

Forse non ci hanno detto o fatto capire tutto. E a volte tocca aggiornarsi sempre.

Bhè…buona visione.

 

 

Nella ricerca estrema di un succo equilibrato

moderatamente di parte.

Nella ricerca del nettare da bene comune.

Di una bevanda di classe interclassista.

Una bibita buona per tutti tempi

ma sempre spudoratamente avanguardista.

Una dissetante rivoluzione permanente.

Una presa della bastiglia nel tubo digerente.

Una Stalingrado nello stomaco.

O incredibile eccitazione di sensi,

nella libertaria corsa alla freschezza dissetante.

Bananasso, non sarai mai un’emozione da poco!

Anche se nelle caricature non sono bravo come merio, spero si capisca che quello li in alto è Gianfry Fini

Pagina successiva »