Votare è come giocare la schedina.

A intervalli più o meno regolari ci si reca alla ricevitoria,

si segnano le squadre che si pensa possano vincere, e a quel punto si spera che possano vincere.

Quando giochi la schedina poi aspetti i risultati delle partite alla tv.

Ma la maggior parte di quelli che giocano la schedina poi non vincono,

delle migliaia di giocatori una piccolissima parte vincerà qualcosa,

il resto sconsolata aspetterà la settimana successiva per rifarsi,

il gioco è calcolato dall’inizio, le statistiche parlano chiaro,

il montepremi va a pochi fortunati.

Quando giochi la schedina poi, ci sono i tifosi, quelli sfegatati,

quelli che tifano per la squadra sempre pronta a retrocedere,

ma che con l’amore del tifoso metti sempre per vincente.

Ma si sa, votare è come giocare una schedina,

meglio non vincere, che mettere perdente la squadra del cuore.

Annunci