Quotidianamente faccio i miei giretti nel web e quotidianamente trovo qualcosa di interessante;  tuttavia, poco spesso decido di condividere il materiale su bananasso o sul mio blog (niente SBLEM, non metto il link).

Oggi, peraltro, ascoltando la radio, mi è venuto una sorta di conato all’udir una notizia a dir poco oscena.

Noi viviamo in Italia e giustamente guardando al nostro Bel (?) Paese ci lamentiamo di quel che (non) abbiamo e vediamo; eppure, in Birmania, c’è un povero cristo (qui a lato) che probabilmente si farà 20 anni e 6 mesi di carcere per avere pubblicato una vignetta sul proprio blog, espresso le proprie opinioni, informati sui fatti.

Cazzo, pensi…praticamente quello che dovrebbero fare i giornatlisti liberi, i freelance; insomma, una sorta di Travaglio birmano, con la differenza che lui va in carcere e non lo pagano. Ovviamente, era giusto un paragone eh, nessuno tocchi il travagliato, che almeno prova a far aprire gli occhi a tanta gente; che poi ci riesca o meno, è un’altra storia.

Allora, insomma, penso: ma io ho la possibilità di dire quel che mi pare e farlo sapere a chi vorrei lo sapesse?

Per avere un po’ di rilevanza, per essere notati in Italia, bisogna sicuramente fare qualcosa in più che parlar male del governo, del premier e via dicendo: ormai, siamo in troppi e stiamo saturando il mercato.

Gira e ti rigira, fra i vari feed (beh, se non sapete che sono non lo riscrivo, andate qui) becco questo post di un amico, e da lì, dritto al sito che vi sto per citare.

Dicevamo: come faccio a dire a qualcuno che non ho la possibilità di vedere e/o incontrare che mi sta sul BEEEEEEEEP e dare rilievo alla mia presenza, al mio ESSERCI? Una valida soluzione è: mi faccio una bella foto e gliela faccio vedere, in modo da evitare di essere paragonato a un ammasso di caratteri fini a se stessi.

Tuttavia, lo sappiamo bene, chi ha il coltello dalla parte del manico, è sempre chi possiede o ha la possibilità di accedere ai mass media; colui il quale, molto spesso, parla a nome di tutti gli italiani.

E allora, amcici-colleghi-conoscenti-afficionados bananassiani, a chi mandiamo una bella foto?

PS: saremo tutti arrestati

Annunci